Archivi tag: conigli

Aspettando Natale con…amiCOniglio

45737147_10156514488181251_7427511279704604672_o

Pronti? Ci siamo, ormai manca davvero pochissimo alla nostra cena di Natale e quest’anno abbiamo deciso di renderla ancora più speciale, perché il ricavato dell’evento sarà destinato alla cura, sterilizzazione, mantenimento e promozione adozione (che programma eh?) dei 30 conigli di Ostia, che da mesi stiamo portando in salvo e sistemando in nuove famiglie.

Sicuramente di questa storia ne avrete già sentito parlare, anche perché ve l’abbiamo raccontata nel blog un pò di tempo fa; per questi piccoli amici a 4 zampe è stata creata anche una raccolta fondi.  Eppure sembra che non basti mai quello che facciamo, anche perché sono tanti i conigli da sistemare e ancor di più, quindi, le spese da sostenere.

Ecco perché abbiamo deciso che l’intero ricavato della cena sarà devoluto proprio a questa causa: portare in salvo tutti i conigli ancora rimasti e cercare di trovare loro una famiglia, prima che l’inverno metta fine alle loro esistenze.

E quale migliore occasione di una cena tutti insieme, per divertirci, cantare tutti insieme e scambiarci gli auguri per le prossime festività. Inoltre, quest’anno saranno i volontari a preparare il tutto, cimentandosi in uno splendido menù vegano, in perfetta linea con la scelta che l’associazione, ormai da tempo, ha fatto: no a qualsiasi forma di violenza!

L’appuntamento è per sabato 15 dicembre, presso il centro sportivo MOTION Fitness in Via di Tor Vergata, 1 a Roma.

Il costo della cena è di € 18,00 (€ 10,00 per i bambini) e la prenotazione è obbligatoria; basta mandare una mail all’indirizzo eventi@amiconiglio.it o chiamare il numero 393.9116925 e vi garantirete un posto per una serata speciale.

Per saperne di più potete vedere anche il nostro evento su facebook.

Quest’anno a Natale fatti un regalo unico: salva non una, ma 30 vite!

Annunci

Un coniglio è per sempre

Un coniglio è per sempre anche quando devi andare in vacanza, perché un posto per lui puoi sempre trovarlo, portandolo con te in strutture idonee (e ce ne sono tantissime al giorno d’oggi) o chiudendo aiuto ad un pet sitter (ne abbiamo molti bravi e preparati, basta contattarci e avrai subito dei nominativi).

Un coniglio è per sempre anche quando devi cambiare casa, perché non è parte del mobilio, ma è una vita e non occupa neppure tanto spazio, quindi nel momento in cui vai a cercare una nuova sistemazione, devi già pensare ad una dimora che possa ospitare anche lui, in quanto a tutti gli effetti membro della famiglia.

Un coniglio è per sempre anche quando ti nasce un bambino, perché non è una tigre feroce, ma solo un coniglio, per cui può avere una convivenza più che felice con il nuovo arrivato in famiglia. La scusa della scarsità di spazio ci ha abbastanza stancati e poi non è neppure originale. sai quanti l’hanno già usata prima di te? Che farai, se no, all’arrivo del tuo secondo figlio? Darai via il primo perché non hai sufficiente posto in casa?

2

Un coniglio è per sempre anche quando ti spuntano all’improvviso strane allergie, perché le allergie non sono mai un fulmine a ciel sereno ed è abbastanza singolare che in un soggetto si manifestino così, improvvisamente e magari dopo anni di convivenza, ma guarda caso proprio all’approssimarsi delle vacanze estive, della nascita di un figlio e di tantissime altre improbabili scuse, alle quali davvero siamo diventati allergici tutti noi volontari.

Un coniglio è per sempre anche quando va nutrito, curato e sterilizzato, perché non è un pupazzo di pezza, quindi, esattamente come te, mangia, beve, può ammalarsi e questo richiede impegno, costi economici e, a volte, anche sacrifici. Di conseguenza è bene che tu valuti attentamente tutto ciò prima di prenderne uno.

Un coniglio è per sempre anche quando tuo figlio si stanca di averlo come “giocattolo” e preferisce passare ad un cane o a un gatto (povere creature, che non sanno che fine faranno anche loro!), perché sta a te educarlo al rispetto della vita.

Insomma non è che ci sia molto altro da dire ancora. Un coniglio (come qualsiasi altro animale) è per sempre e se non te la senti di prenderti questa responsabilità, lascia stare. Nessuno ti costringe ad adottare un animale (tralascio la scelta del comprarlo, perché altrimenti non finiamo più con le disanima della scarsa se non nulla eticità della scelta), ma tutti possono condannarti se non te ne prendi cura o lo abbandoni.

3

La vita non si compra e non si cede e questo non ci stancheremo mai di dirlo.

Mai come in questo periodo ci stanno arrivando richieste di “cessioni” per i motivi più disparati: da conigli descritti come pittbull morsicatori e, quindi, ingestibili a conigli untori di allergie e infelicità.

Ecco a tutto ciò abbiamo deciso di dire BASTA!

E se ancora non ti abbiamo convinto rispetto al fatto che un coniglio è per sempre, allora, scusa, ma davvero sei capitato nel posto sbagliato e qui spazio per gente come te non ce n’è e non abbiamo alcuna intenzione di trovarne.

Un grazie a chi adotta consapevolmente, a chi aiuta, a chi omaggia la vita e la rispetta, perché solo tutto ciò dà un senso al nostro agire quotidiano.

P.S. i conigli che vedi in foto sono tutti in cerca di casa e sai perché? Perché molti altri prima di te ancora non hanno capito che un coniglio è per sempre.

 

 

L’inverno è alle porte e loro rischiano di non farcela. Raccolta fondi per conigli in pericolo di vita

Non è nostra abitudine fare richieste in denaro. Non è nel nostro stile buttarla sul pietoso, pur di riuscire a mettere insieme un pò di soldi per aiutare dei conigli in difficoltà, ma questa volta la storia è ben diversa.

Questa storia ha inizio, infatti, qualche mese fa, quando siamo stati chiamati sul litorale romano per aiutare alcuni conigli in difficoltà. Certo non siamo partiti a cuor leggero, anche perché sono sempre più  numerose le emergenze alle quali cerchiamo di dare risposta, ma davvero non credevamo di imbatterci in circa 30 conigli, tutti interi e tutti da recuperare, curare, rimettere in sesto e poi cercare di far adottare.

IMG-20181008-WA0016

Tra di loro ci sono femmine e maschi, adulti e cuccioli e se non interveniamo tempestivamente davvero non sappiamo, da qui a breve, che fine faranno.

L’inverno alle porte non ci aiuta di certo. L’esiguità di risorse, sia fisiche che economiche, anche fa la sua parte. Noi siamo un’associazione onlus e tutto ciò di cui disponiamo arriva dalle donazioni dei volontari o dal nostro autotassarci, ma purtroppo giunge sempre un momento in cui anche, volendo, proprio non possiamo andare oltre….

Ecco perché l’idea di coinvolgere, per una volta, il popolo della rete chiedendo aiuto e solidarietà. Non neghiamo che ci servono fondi per le cure e le sterilizzazioni dei conigli. Immaginate che la gestazione di una femmina di coniglio dura un mese, fate un piccolo calcolo matematico partendo da 30 conigli interi e imbattetevi immediatamente – proprio come noi – nello sfacelo, che da qui a poco dovremo affrontare. 

Per aiutarci è stato creato anche un vento su facebook, che trovate a questo link: https://www.facebook.com/donate/265928634051861.

Ma ci servono anche affidatari e adottanti, per riuscire a dare una sistemazione, transitoria o definitiva che sia, ma comunque sicura a questi piccoli amici a quattro zampe.

Non è facile la sera mettersi nel letto a dormire, allungare una mano e sentire il tepore di una pelliccia calda accanto, accarezzare due lunghe orecchie e non andare immediatamente con la mente fin là, fino a quell’angolo di litorale dove tantissimi conigli innocenti e anche del tutto inconsapevoli rischiano di morire, perché non è di certo quello il loro habitat naturale e sono poche o nulle le possibilità che hanno di farcela.

E allora cresce la frustrazione per non riuscire ad arrivare a tutti. Ma sale anche la voglia di reagire, di dire, ancora una volta, che si può fare qualcosa, si deve fare assolutamente qualcosa per non uccidere due volte chi già è stato abbandonato e non sa come arrivare a domani.

L’aiuto di chiunque è per noi, soprattutto ora, una specie di mini miracolo che può fare la differenza. In fondo non servono grandi gesti per diventare eroi, basta solo non decidere di voltarsi dall’altra parte quando qualcuno chiede sostegno.

43390546_10210479496818725_3037453180137897984_o

 

Di certo non tutti hanno ingenti risorse economiche, i tempi sono difficili. Ma in questo caso anche 5 o 10 euro per noi diventano fondamentali. Come anche le condivisioni del nostro evento, la donazione di fieno e pellet e la possibilità di aprire la propria casa ad una di queste anime innocenti.

E allora andremo ancora a dormire pensando a quelli, che rimangono da salvare, ma sapremo che qualcosa comunque è stato fatto e che, per quanto possibile, abbiamo dato il nostro contributo.

I coniglietti, che vedete nelle foto, vengono proprio da là. Sono stati già visitati ed ora attendono la loro mamma per conoscere un angolo migliore di mondo.

Sono talmente piccoli e fragili che serve una sola mano per contenerli, esattamente come ne è servita una in passato per abbandonarli.

Sono talmente piccoli ed indifesi, che davvero non possiamo pensare di lasciarli all’addiaccio con l’arrivo dell’inverno, prede del freddo, dei topi, dei gatti e di altri animali, che potrebbero ucciderli. 

Sono talmente semplici e unici conigli, che meritano di essere amati e rispettati. Sta a noi scegliere di accompagnarli in questa direzione.

Se volete saperne di più andate sulla nostra pagina facebook o inviate una mail all’indirizzo info@amiconiglio.it.

30 settembre 2018: vi aspettiamo tutti alla Clinica Veterinaria Guidonia per l’AmiCOniglio Day

41712292_10156388160961251_7371255381449768960_o

Domenica 30 settembre eccoci qui, prontissimi per il nostro AmiCOniglio Day, che ci farà celebrare l’International Rabbit Day presso la Clinica Veterinaria Guidonia, insieme al Dott. Gianluca Marchetti e a tutta la sua équipe. Ma non solo. Infatti per l’occasione saranno presenti anche alcuni dei più noti veterinari delle cliniche capitoline, che si occupano di animali esotici, quindi di conigli.

Eh si perché le vere star della giornata saranno proprio loro: conigli e cavie, che per l’occasione sarà anche possibile portare, a patto che siano in regola con le vaccinazioni sanitarie e che abbiano un recinto personale, all’interno del quale poter essere posizionati.

Per tutti noi volontari dell’associazione Amiconiglio onlus questa è un’occasione particolarmente attesa e vissuta intensamente da un punto di vista emotivo e professionale.

dent
Staff della Clinica Veterinaria Guidonia

Prima di tutto perché essere ospitati nella Clinica Veterinaria Guidonia rappresenta un’occasione importante di crescita e di condivisione. Il fatto che ci siano diverse professionalità renderà, infatti, possibile avere tantissime informazioni utili sui conigli e, come ben sappiamo, come testimoniano le decine di abbandoni e di cessioni che ci sono piovute addosso da inizio estate ad oggi, di questo piccolo amico a quattro zampe se ne sa davvero troppo poco, per cui farlo conoscere è fondamentale per poi non farlo ritenere un “acquisto sbagliato” di cui doversi disfare, come troppo spesso ci sentiamo dire. 

Inoltre dalle 12.00 alle 13.00 ci saranno anche delle prime visite gratuite e questo è un ulteriore aspetto da non sottovalutare.

Inoltre è per noi importante vivere una giornata all’insegna di un lavoro di rete tra associazioni e cliniche, cosa che a volte manca e che rende ancor più difficile il nostro operato. Invece, grazie al Dott. Gianluca Marchetti questo ancora una volta sarà possibile e ci piacerebbe davvero condividerlo con tutti voi.

A coronare l’atmosfera festosa un ottimo pranzo vegano, birra artigianale e la presenza di associazioni amiche, come Gatti non Parole, Un tesoro di cane, Mondo Carota e Acchiappa il coniglio.

Dunque vi aspettiamo domenica prossima dalla 10.00 al tramonto presso la Clinica Veterinaria Guidonia, in Via dell’Universo 16 ad Albuccione (Guidonia).

Da tutto lo staff AmiCOniglio un grazie di cuore al Dott. Gianluca Marchetti e alla sua équipe per tutto quello che fanno, ma soprattutto per come lo fanno. Ricordiamoci sempre le parole di Darwin: “La compassione e l’empatia per il più piccolo degli animali è una delle più nobili virtù che un uomo possa ricevere in dono“. Ecco…qui, in questa clinica, chiunque verrà e con qualsiasi animale al suo fianco, le troverà sempre entrambe: compassione ed empatia, doni rari e preziosi.

LO STALLO: COME APRIRE LE PORTE DEL TUO CUORE…A PICCOLI/GRANDI PASSI

Troppe anime da salvare, e sempre troppe poche le case disponibili per ospitare quelle vite indifese che hanno bisogno proprio di te.

Schiacciato, devastato, distrutto,impotente. Vorresti poter fare di più, perchè quel che fai non è mai abbastanza. Non riesce a salvarli tutti, mai, anche quando provi con tutte le tue forze.

Questo è più o meno quello che prova un volontario (ma non è necessario essere tali per ritrovarsi in questa situazione) ogni giorno della sua vita.

Picci
Picci in attesa di adozione

Far parte di un’Associazione e dedicare la propria esistenza all’amore per gli animali non è semplice, anzi è proprio l’opposto.

E questo non perché a fare da sfondo ad ogni pensiero,azione o scelta ci sia l’altruismo ed il bene verso il prossimo , ma perché nulla sarà mai abbastanza. Le tue sole forze- anche se unite a quelle degli altri- non riusciranno mai a mettere in salvo tutte quelle povere vite indifese, abbandonate e maltrattate, che non aspettano altro che ricevere le cure e l’amore che da sempre avrebbero dovuto meritare. Unica colpa di questi poveri animali : quella di essere stati messi al mondo e di aver incontrato lungo il proprio percorso di vita la mano devastatrice dell’uomo, o la sua superficialità e negligenza. Gli animali, costretti a pagare con la propria vita gli sbagli dell’uomo. E a te, che hai scelto la strada del volontariato, a te che fai o non fai parte di un’Associazione, ti è stato donato un grande cuore ed un animo profondo, cosicché tu possa donare tutto quell’amore di cui queste vite necessitano, cosicché tu possa cancellare tutto il male che nel tempo hanno dovuto subire, e provare a correggere gli errori di quegli uomini che prima di agire non hanno pensato.

Ma la sofferenza più grande che possa provare chi ama gli animali e dedica la propria vita a loro è l’impotenza. Quella sensazione che si fa sentire dalla parte più bassa dello stomaco, fino a salire e dare quasi la nausea. La sensazione di voler fare. E forse sapere anche cosa, ma non avere i  mezzi per poter intervenire.

Jacqueline
Jacqueline in attesa di adozione

L’Associazione AmiCOniglio onlus si occupa del recupero e del mantenimento principalmente di conigli maltrattati o abbandonati. Si occupa di quei conigli che improvvisamente hanno messo su un pelo che provoca allergia solo ed esclusivamente ai propri padroni e soprattutto nei periodi estivi o quando crescendo conservano ben poco “di nano”; si occupa di quei conigli che devono lasciare spazio al nuovo arrivato in famiglia, che sia un cane o un bambino piccolo; si occupa di quei conigli che “poverini stanno tutto il tempo chiusi in gabbia, e fanno una pena, meglio che se ne occupi qualcun altro”; si occupa di quei conigli per i quali non c’è più tempo a disposizione da dedicargli, o improvvisamente non ci sono più soldi (ammesso che ce ne siano mai stati, dato che prima di accogliere una nuova vita in casa bisognerebbe fare tutte le considerazioni e valutazioni possibili). Ed ovviamente interviene anche in casi in cui vi sono reali problematiche che possano portare una persona a dover cedere, a malincuore, il proprio coniglio.

37281800_10156250935711251_5287372004305928192_o
Bonnie e Clyde in attesa di adozione

Ma non solo. AmiCOniglio interviene in situazioni ancora più tragiche, come quando a qualcuno sfugge la situazione di mano, e si ritrova – probabilmente per poca informazione o mancanza di risorse economiche- sommerso da cucciolate , a tal punto da “perdersene” qualcheduno. Ed è in questi casi che ci si sente impotenti. Il desiderio di voler intervenire. Non solo perché qualcuno ha richiesto disperatamente l’aiuto dell’Associazione ammettendo i propri limiti, ammettendo le proprie colpe, situazione più unica che rara. Voler aiutare chi comprende la situazione. Ma soprattutto voler intervenire per salvare quelle povere anime innocenti. Denutrite, destinate a chissà quale vita se non seguite. Ed è qui che la sensazione di impotenza prende il sopravvento. Non solo per le risorse economiche, ma per le sistemazioni. Tutti quei poveri conigli che vanno recuperati, dove possono essere sistemati?! E se non si interviene, che fine faranno?!

Ed è proprio in questi momenti che serve AIUTO.

Non è necessario adottare per poter aiutare l’Associazione. Non è necessario adottare per avere la possibilità di salvare quelle povere vite.

zooplus.it

Esiste un’altra forma di aiuto che per l’Associazione è fondamentale: lo stallo. Lo stallo è una forma di accoglienza temporanea di un animale (in questo caso principalmente di conigli e porcellini d’india) presso la propria struttura, in attesa che questo possa trovare adozione. Tutte le spese relative alla cura degli animali ospitati sono a carico dell’Associazione e chi stalla dovrà occuparsi solamente della gestione del cucciolotto in questione. Non è necessario che abbia tutta la casa a disposizione, anche una stanza con tutto il necessario andrà bene. Requisito fondamentale è essere a conoscenza di tutto ciò che serve per il benessere di questa specie animale.

Lo stallo è una forma importantissima di volontariato e di altruismo. Permette infatti l’Associazione di salvare in qualche modo quelle anime indifese che hanno bisogno di aiuto, e nel frattempo di cercargli una famiglia adeguata, senza che facciano una brutta fine. Ed anche se sembra essere un piccolissimo aiuto, è in realtà ciò che di più importante possa esserci, è l’aiuto più prezioso che possa servire all’Associazione.

Recentemente l’Associazione AmiCOniglio, tramite segnalazione, è dovuta intervenire in una situazione veramente delicata: un garage privato sul litorale romano popolato interamente da conigli non sterilizzati, probabilmente più di trenta. Uno spazio piccolissimo per la quantità di animali che lo occupano, che potrebbe anche essere causa di possibili contagi di malattie, e se non si interviene immediatamente la situazione potrebbe divenire ancora più tragica per la capacità riproduttiva di questa specie animale. Inoltre il rischio di morte è davvero molto elevato giacché sono anche alla portata di predatori.

Questa è una di quelle situazioni, purtroppo non poco frequenti, nelle quali i volontari vengono schiacciati da un indescrivibile senso di impotenza. Un’impotenza che non abbatte, neanche quando sembrerebbe doverlo fare.

Uno dei motti principali dell’Associazione è l’Unione. Non importa di quale Associazione si faccia o non si faccia parte, per AmiCOniglio l’Unione fa la forza, ed uniti per il bene comune (il benessere animale) si possono ottenere solamente grandi risultati.

Ed è in questa circostanza che la parola d’ordine dovrà essere UNIONE.

Anche tu che stai leggendo in questo momento puoi aiutare l’Associazione. Condividendo questo articolo, o trovando un piccolo spazio nel tuo cuore e nella tua casa per accogliere una nuova vita.