Ecco come ho vissuto Il Pianeta dei conigli. Riflessioni di una volontaria

Sabato 19 e Domenica 20 Maggio presso la Fattorietta, a Roma, si è tenuto un evento davvero entusiasmante organizzato dall’associazione Amiconiglio che si occupa del recupero e del mantenimento di conigli abbandonati e non solo.

L’evento, organizzato da diverso tempo, ha visto la partecipazione di tantissime associazioni e cliniche veterinarie.

Sono state organizzate diverse iniziative, è stato trattato il tema dei pericoli domestici per coniglio e porcellino d’india, del rapporto cane padrone, dei golgos -levrieri destinati ad una morte con pratiche fatte di torture se non effettuano un buon lavoro -, e c’è stata anche una simpaticissima gara di dolci vegani.

33028725_10156114645241251_2616010605139591168_n

E non solo, durante la seconda giornata si è parlato della cavia come animale domestico e della giusta gestione, di casi clinici particolari di conigli dove l’indagine veterinaria andando a fondo è riuscita a capire il problema e in alcuni casi a salvare la vita dell’animale o a salvare la successiva, si è trattato il tema degli allevamenti intensivi, della convivenza cane-coniglio, coniglio-coniglio E cavia – coniglio. Abbiamo avuto modo di conoscere volontarie di un canile di Caserta che oltre ovviamente ad occuparsi del recupero di cani E del miglioramento delle condizioni del canile soprattutto per i cani in degenza (perché non va sottovalutato l’aspetto psicologico della ripresa per il cane), si stanno impegnando in alcuni progetti come quello rieducativo per cani da combattimento che diventano cani da appartamento per persone con problemi. E per finire altri argomenti sono stati il ratto come animale domestico, il nuovo vaccino per il coniglio : la mev2 e c’è stata una simpatica sfilata di simpatia che ha visto come protagonisti i coniglietti.

zooplus.it

Napoli. Sveglia alle 4.30, ho il treno alle 6.30 e non posso permettermi di tardare. Preparo tutto. Sono distrutta dopo una settimana di lavoro e mille impegni. Mi vengono a prendere e mi accompagnano alla stazione. Il treno e già qui. Salgo, mi siedo e cerco di recuperare un Po di sonno arretrato. Il raduno sarà fantastico ma ci sarà tantissimo da fare. Arrivo dopo due ore finalmente a Roma Termini. Hanno cambiato tutto, ed ora dove si esce?! Faccio avanti e indietro con la valigia. Poi finalmente mi decido a domandare. Alla solita uscita c’è la mia amica Alessandra, anche lei volontaria, che mi aspetta con l’auto carica di fieno perché ha anche lei uno stand da allestire. Non si fa nemmeno colazione, dritti sul posto dopo una mezza crisi allergica da fieno. Montiamo gli stand, aiutiamo. Montiamo il nostro. Poi bisogna mettere i prezzi sui prodotti che mancano. Intorno a me tantissimi volontari sul posto da molto prima, che non montano solamente stand ma fanno di tutto e di più.

33023382_10156114645426251_7048256811245240320_n

A metà mattinata la testa ormai scoppiava. Finalmente si mangia e piano piano tutto ritorna nella norma. Ed ecco che comincia. Dopo la stanchezza , dopo i preparativi. Iniziano ad arrivare le persone , iniziano ad arrivare i conigli, gli amici, le iniziative. Ci si stanca ancora ma adesso è più piacevole. C’è un sole che spacca le pietre ad illuminare questa splendida giornata, ma se non ci fosse il sole sarebbe attorno a me: sono tutte queste persone che unite fanno la forza, che hanno un bene comune, che hanno un cuore enorme. La giornata va avanti con eventi vari e pare volgere al termine. Ci si prepara e andiamo via. Giusto il tempo di una pizza al volo, di una doccia e di una bella dormita. Domani si ricomincia.

Sveglia alle 7.00, preparativi vari e si scende a fare colazione al bar con la valigia per lasciare il b&b. Il ragazzo del bar mi guarda e mi chiede “di dove sei?” rispondo, mentre mangio quasi strafogando il cornetto, “di Napoli”. Lui continua “E che ci fai a Roma ?” “se te lo dico prometti di non farti una grossa risata? Sono una volontaria di Napoli per un associazione di conigli. Ogni anno prendo il treno e vengo”. “Ma scherzi?! La gente vede l’albero e non la foresta. Non importa di cosa si occupi la tua associazione, già che ne fai parte è una bellissima cosa perché vuol dire persone unite per un interesse comune ed il bene”. La mia giornata inizia cosi. Un Po indolenzita con la schiena, tanto stanca fisicamente, ma con un sorriso. Un sorriso così grande che non va via. La consapevolezza di poter avere la possibilità di incontrare belle persone, con una mente aperta, anche al bar. La giornata prosegue in maniera differente. Le iniziative sono molte di più e ci si stanca molto di meno, il grosso è stato fatto il giorno prima. È tutto così bello che il tempo sembra volare. E quando la serata volge al termine, ci tocca rimettere tutto nei pacchi, smontare ed andare via. Mi accompagnano alla stazione. Mi sento piena. Il cuore è pieno di gioia per quel che ho condiviso e per quel che ho fatto. E aspetto già impaziente il prossimo raduno.

32841522_10156112877326251_3164635309325418496_o

È sempre bello venire da Napoli a Roma per partecipare a questi eventi. Ma quest’ anno ho imparato molto più dei precedenti. Che l’unione faccia la forza si sa, ma spesso lo dimentichiamo e solo vivendo determinate situazioni lo si può capire. Spesso ci sentiamo soli e la vita non ci permette di circondarci delle persone giuste. Le delusioni sono dietro l’angolo , a volte celate da semplici incomprensioni altre volte invece è semplicemente la prova di chi hai di fronte. Ma in qualche parte del mondo c’è sempre una persona buona pronta ad ospitarti, ad accoglierti, a porgerti la mano. Ed insieme davvero si può essere la forza. Ed il barista, al quale avrei dovuto chiedere il nome, perché merita davvero, ha sottolineato la realtà di oggi. Troppa superficialità. Eppure basta andare solo leggermente oltre per vedere quanto bello  sia unirsi per un bene comune.

Il mio ringraziamento più grande va a tutti i volontari di AmiConiglio perché non solo sono una grande famiglia che mi ha offerto ospitalità, aiuto immediato e  disponibilità , ma anche e soprattutto per quello che fanno ogni giorno e soprattutto in queste occasioni. Collaborano E si massacrano per preparare ed organizzare e poi smontare e sistemare. Grazie infinitamente perché senza di voi il mondo dei conigli per me non sarebbe questo. Grazie perché mi regalate l’emozione più grande che possa esserci. Grazie per ciò che siete e fate ogni giorno.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...