Il Pianeta dei Conigli 2018…ecco cosa porto con me

E’ finito da poche ore Il Pianeta dei Conigli, una due giorni intensissima, ricca di emozioni e di ricordi già indelebili nella mente: ecco cosa porto con me.

Innanzitutto porto con me la consapevolezza, sempre più forte e ricca, che l’unione fa la forza e non è una questione di lavorare per una clinica veterinaria piuttosto che per per un’altra né, tanto meno, importa se ci si occupi di conigli, di cani, di gatti, di galline, di maiali, ciò che conta è solo l’obiettivo: gli animali, il loro benessere e la loro salute.

Porto con me la testimonianza continua dell’amore per i conigli e le cavie o anche gli altri piccoli amici a 4 zampe, che da sempre vivo in Amiconiglio e che ho riscontrato e vissuto ieri anche con i volontari di Mondo Carota, perché gli animali non hanno etichette, ma solo vite da proteggere e tutti insieme si può. Ognuno con le sue modalità ognuno con le sue specificità, ma comunque con la condivisione di una mission condivisa.

DSC_0901

Porto con me il dolore lancinante e il sapore salato delle lacrime scese, mentre ascoltavo le storie terribili dei galgos, delle sevizie che subiscono e delle ferite che segnano loro non solo il corpo, ma anche lo spirito. Vederli sdraiati insieme, vicini, su quei cuscinoni morbidi e lo sguardo un pò sperso, forse ancora confuso tra un passato devastante e un presente fatto di coccole e amore. Lauren, con la sua carne viva e la sua magrezza marcata, sarà per me l’immagine di quanto, ancora una volta, l’uomo possa essere malvagio e così, la prossima volta che sentirò ancora e ancora parlare di caccia, ecco il pensiero andrà a lui, ai suoi compagni di sventura….grazie A Barbara Batti e all’associazione Insieme per FBM, per aver condiviso con noi un pò del loro mondo.

DSC_0910

Porto con me l’energia trasmessa da Giulia Baliva dell’associazione Un tesoro di cane, mentre raccontava altre storie intrise di sofferenza, questa volta ambientate in Italia, dove al Sud ancora esistono canili lager, in cui pochi hanno il coraggio di entrare, e in altre parti del Paese ci sono persone che accecano, mutilano e maltrattano i lagotti, solo perché convinti che così sapranno essere scovatori migliori di tartufo.

DSC_0931

Porto con me quell’emozione particolare che mi suscita da sempre Marina Kodros di Animal Equality, quando spiega così come lei sola sa fare, con gentilezza, questo mondo oscuro dello sfruttamento animale, degli allevamenti intensivi, del perché di una scelta di vita vegan, che ci possa davvero rendere persone migliori.

Porto con me i tantissimi gatti, recuperati da associazioni come Gatti, non parole e I gatti del Verano, realtà che si occupano di quest splendidi animali e ne curano le adozioni anche quando sembra siano missioni impossibili, anche quando si tratta di soggetti particolarmente fragili…eppure loro non mollano mai!

DSC_0928

Porto con me anche le storie delle centinaia di cani salvati da associazioni come Quintomondo e L’isolachenonc’è, che da anni sono attive sul territorio e non arretrano mai, anche di fronte alle mille difficoltà della vita di ogni giorno.

Porto con me lo sguardo giocoso e pieno di speranze dei cuccioli, che ieri pomeriggio correvano felici sul prato, di Isabella D’Onofrio, presidente dell’associazione Angeli a 4 zampe. Così fragili e determinati al tempo stesso, sembrava non volessero più smettere di giocare, fin quando non si sono arresi e addormentati sull’erba, accanto a quegli umani, che sicuramente li aiuteranno ad avere una vita migliore.

Porto con me i preziosissimi consigli e insegnamenti ricevuti dai vari volontari, che tra sabato e domenica ci hanno parlato di diverse specie animali, con le quali condividiamo ogni giorno la nostra vita e che, quindi, dobbiamo conoscere il più possibile…

DSC_0933

Porto con me l’immagine di recinti pieni di conigli e di cavie, che mangiavano beatamente l’erbetta, sotto lo sguardo attento dei loro amici umani, perché si sa che molti di loro provengono da storie di abbandono o di maltrattamento, per cui chi li ha salvati, ha creato con loro un rapporto speciale e di certo non ha alcuna intenzione di trascurarli neppure un attimo.

Porto, infine, con me questa infinita gioia di aver visto crearsi una rete tra sabato e domenica. Una rete fitta e densa, all’interno della quale ognuno ha messo la sua esperienza, la sua voglia di collaborare e di dare qualcosa agli altri pur di riuscire a tessere un ricamo meraviglioso. E, al centro di questa rete, proprio loro: gli animali. Splendide creature che tutti noi, che eravamo là, in un mondo o nell’altro abbiamo messo al centro della quotidianità, della nostra esistenza.

Porto molto…anzi tantissimo e davvero non voglio perderlo.

Da parte dell’associazione Amiconiglio onlus un grazie di cuore a tutte le cliniche veterinarie, che hanno partecipato: Clinica Veterinaria Guidonia, Clinica Veterinaria Borghesiana, Policlinico Roma Sud, Clinica veterinaria Animali Esotici e Centro Veterinario Villa Flaviana.

WP_20180520_11_29_25_Pro

Un grazie poi alle associazioni, che ci hanno insegnato tanto e alle quali speriamo di aver lasciato anche qualcosa di noi: Angeli a 4 zampe, Animal Equality, Gatti, non parole, Gatti del Verano, Insieme per FBM, L’isolachenonc’è, Quintomondo, Un tesoro di cane, Mondo carota e AVCPP.

Un grazie a Paolo Cusintino per i consigli forniti sull’educazione dei cani e a tutto il CAOP Ponte di Nona, che ci ha sostenuti non solo durante tutta la preparazione della manifestazione, ma è stato con noi anche nel corso di questo week end.

Ancora un grazie al gruppo Terzo Tempo Ligabue Tribute per essere passati ieri pomeriggio a bere una birra insieme a noi.

WP_20180520_11_29_32_Pro

Infine un grazie a Veggie Channel, alla redazione di Canale 5 e a tutti coloro che ci hanno sostenuto e aiutati nel diffondere quest’iniziativa.

L’appuntamento per il prossimo Pianeta dei conigli è per l’anno prossimo, ma per la collaborazione e la sinergia di forze è per ogni giorno e noi speriamo davvero di poter fare tantissime cose con ognuno di voi!

Annunci

1 commento su “Il Pianeta dei Conigli 2018…ecco cosa porto con me”

  1. Non posso che sottoscrivere ogni parola, aggiungendo che porto con me la grande professionalita di Amiconiglio e di ogni suo membro, la semplicità dei sorrisi sul volto di ognuno di noi, la consapevolezza della difficile missione che ognuno sta combattendo e la voglia di coinvolgere il mondo affinche diventi normalità e non più miraggio di pochi. Ma soprattutto porto con me il valore e la forza di ognuno di voi che con quelle magliette color carota eravate fonte di amore ed energia! GRAZIE

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...