“Le nutrie?! Mangiamole nei ristoranti e nelle sagre”

La nutria è un mammifero molto simile al castoro (per questo talvolta chiamata castorino) anche se ha una coda tonda e dimensioni minori e appartiene alla famiglia dei roditori.

Un tempo questo animale era molto diffuso nella zona dell’America meridionale, ma l’interesse nei confronti della sua pelliccia ha spinto l’uomo alla caccia indiscriminata, provocandone quasi l’estinzione. Per ovviare a questa problematica, le nutrie sono poi state allevate in cattività per favorirne la riproduzione e il ripopolamento della specie ed è stata regolata la caccia. La diffusione della nutria in Europa è avvenuta volontariamente, come nel caso dell’Italia: la sua pelliccia infatti non ha raccolto grandi interessi, così molte nutrie sono state liberate e le conseguenze sono state assurde.

Diffusione non recente, ma conseguenze ancora attuali.

messaggero
Fonte: Il Messaggero

Gerre de Caprioli è un piccolo paese cremonese in riva al Po, invaso da nutrie, che amano sostare agli argini dei fiumi. Il sindaco Michel Marchi ha pubblicato recentemente su Facebook un post nel quale parla (e conferma di averlo fatto molto seriamente) di come secondo lui andrebbe risolto il problema “mangiamole nei ristoranti e nelle sagre”.

Inutile parlare dello scalpore che può aver suscitato una tale affermazione, soprattutto quando a pronunciarsi in questi termini è  una delle persone, che dovrebbe aiutare a trovare la risoluzione al problema provocando quanti meno danni possibili sia per la salvaguardia dell’uomo e dell’ambiente , sia per la salvaguardia della specie animale.

Inoltre, determinate affermazioni devono essere fatte con coscienza. Chi ha un simile ruolo e “potere” – ed un sindaco ha una posizione tale da essere comunque al centro di numerosi dibattiti e di eventi di cronaca,sia pur di un piccolo paese- deve comprendere che, la propria parola deve essere da esempio per gli altri. E quale esempio migliore può essere quello di rispettare il prossimo?! Qui non si parla solamente del rispetto dell’ennesimo animale indifeso che viene ucciso (sempre a causa dell’uomo che ne genera prima la diffusione e poi cerca di trovare una soluzione – la più semplice – per evitare il sovraffollamento di un territorio) , ma del modo in cui un tale argomento è stato trattato. L’immagine per un sindaco è importante. E quindi, si suppone, che nel considerare determinate ipotesi (così drastiche, così forti, che mettono a rischio la vita di un altro essere vivente) si possa utilizzare un linguaggio differente, e non così spicciolo da poter definire “la carne di nutria quasi più buona di quella di coniglio”.  Un sindaco si dovrebbe rivolgere a tutti i cittadini, adulti, bambini, più sensibili, meno sensibili, onnivori, vegetariani. Un sindaco deve tutelare tutti indistintamente. Deve argomentare.

Ed ecco l’ennesima conseguenza dell’intervento umano. Ennesimo episodio, che lascia ancora alcuni increduli.

Eppure la nutria è un animale molto simpatico.

dagospia
Fonte: Dagospia

Fisicamente è un animale di medie dimensioni con un peso che varia tra i 5 e i 10 kg (i maschi sono più grandi delle femmine). Il mantello è marrone scuro e i peli sono lunghi e rigidi e proteggono un sottopelo più soffice, morbido dai toni del grigio. La coda è più corta di tutto il corpo, ma può raggiungere anche i 60 centimetri di lunghezza. Come roditori, le nutrie ricordano molto i castori, possiedono una dentatura con incisivi larghi e robusti, molto sporgenti rispetto al resto dell’assetto. Il corpo risulta compatto, tondeggiante, un po’ goffo e tozzo. Vivono prevalentemente in acqua, per questo le zampe posteriori appaiono palmate con quattro dita, più uno libero che viene utilizzato per pettinare la pelliccia. Quelle anteriori sono più lunghe, non palmate, con artigli utili per scavare.

La nutria predilige zone dove vi è la presenza di acqua, emergendo solitamente durante la notte. Può rimanere in apnea anche per dieci minuti, alla ricerca di cibo, quindi scava tane e cunicoli complessi oppure utilizza anfratti di altri animali. La nutria vive in piccoli gruppi preferibilmente femminili, dediti alla costruzione di impalcature dove riposare e nutrirsi. Ama cibarsi di prodotti di origine vegetali quali alghe, tuberi, erbe, radici, ma anche prodotti di coltivazione come barbabietole da zucchero, soia, ortaggi, riso, grano e mais e qualche volta piccoli animaletti. Generalmente vivono fino a cinque anni, sempre se non diventano vittime di qualche animale predatore. Per quanto riguarda la riproduzione le nutrie partoriscono due o tre volte l’anno per un minimo di un cucciolo fino a tredici.


zooplus.it

Sono animali molto simpatici. In alcuni casi le nutrie si lasciano addomesticare e ci sono casi di nutrie che vivono la propria vita anche assieme ad un cane compagno di giochi. Non è semplice tenerle in casa perché in realtà hanno bisogno di zone dove ci siano fiumi e corsi d’acqua, ma in casi estremi, per poterle salvare da situazioni particolari, non è impossibile creare l’ambiente giusto.

La nutria è un animale molto docile, per nulla aggressivo verso l’uomo o altre specie. È  molto pulito e passa gran parte del tempo a curare il mantello. Non attacca spontaneamente né l’uomo né altri animali: se infastidita o minacciata preferisce allontanarsi.

Solo se messa alle strette e senza vie di fuga si difende (come farebbe qualunque altro animale) con il morso, che risulterebbe doloroso e pericoloso a causa dei grandi incisivi. Se abituata da piccola rappresenta un ottimo animale da compagnia, a patto ovviamente di avere un ambiente adatto in cui mantenerla.

Concludo ricordando infine che in Italia l’aggiornamento della legge n. 157/92 ha modificato la tutela nei confronti dell’animale, la sua caccia è, comunque, illegale come le metodologie cruente e violente che sono sconsigliate.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...